Resilienze educative durante e dopo il Covid

Capire i bisogni di oggi, per costruire il domani

 Ci siamo. Oggi inizia la seconda formazione che organizziamo dal titolo “Resilienze educative durante e dopo il Covid” e siamo davvero emozionatə. Siamo emozionatə perché il successo di “Essere protagonisti nella comunità educante” ci ha sorpreso e ci ha detto che genitori, insegnanti, educatrici hanno voglia di formarsi. Siamo emozionatə perché ci sono più di 400 iscrittə. Siamo emozionatə perché ospiteremo alcuni tra i massimi riferimenti educativi del territorio italiano. Soprattutto, siamo emozionatə perché riteniamo sia fondamentale aprire un grande spazio di ricerca, analisi e confronto sulla fase storica che stiamo vivendo e sull'impatto che sta lasciando su ciascunə di noi e soprattutto su bambinə e adolescenti.

Abbiamo un estremo bisogno di interrogarci sulle faglie che si sono aperte in questa stagione pandemica, sull'impatto reale ma anche sulle opportunità da cogliere in questa fase, sulle innovazioni prodotte.

È fondamentale ricostruire una nuova grande mappa dei bisogni emersi ed emergenti, mobilizzare le abitudini e non rimanere bloccati da protocolli e vincoli, cercando invece di mettere in circolazione pratiche positive che permettano di trasformare le crisi in un'opportunità di profondo cambiamento delle istituzioni educative, anche e soprattutto valorizzando le piccole pratiche che coinvolgono un genitore, una maestra, un educatore, un insegnante.

Il primo appuntamento è previsto per domani, quando ospiteremo Daniele Novara, un pedagogista che è riferimento nazionale per tante e tanti di noi.