Educazione e socialità sono la sicurezza del presente e del futuro.

In un passaggio a proposito di una interrogazione sul tema della sicurezza nella nostra città, durante il Consiglio comunale dello scorso martedì è stato citato un incontro tra il sindaco Antonio Bravi e l'assessora Paola Nicolini con alcuni rappresentanti del Centro Culturale Fonti San Lorenzo, l'associazione di volontariato che da trent'anni lavora nel quartiere di Fonti San Lorenzo e che dal 2012 gestisce il servizio di Ludoteca e Centro di Aggregazione 0-99 anni.

Un'occasione di confronto in cui si è parlato di sviluppo dei quartieri, prospettive sociali ed educative, prevenzione e sicurezza:

Si è riconosciuta la specificità dell'esperienza del quartiere di Fonti San Lorenzo dove, tramite il lavoro di attivazione-mediazione del Centro Culturale e il supporto delle istituzioni locali, si sta proseguendo il percorso verso un quartiere educante a misura di persona:

il recupero del parco di via Bettini (Fonti Sud), l'apertura dell'HUB per giovani recuperato alla scuola media Patrizi, il lavoro educativo diffuso nel quartiere e la cura dei beni comuni stanno definendo i contorni di un'esperienza unica nel panorama provinciale. Un quartiere illuminato dall'attività delle persone, dalla circolazione dei più piccoli, dalla partecipazione dei cittadini e delle cittadine.

Si è condivisa, in quest'ottica, la volontà di rendere sempre più Fonti San Lorenzo un “quartiere sociale ed educante”, rilanciando per i prossimi mesi interventi di mobilità alternativa e il recupero di ulteriori spazi, aumentando l'illuminazione e le fontanelle, che si uniscono alla recente installazione del distributore dell'acqua.

Per queste ragioni, all'interno del quartiere si è convenuto di non installare nuovi dispositivi di sorveglianza, che appaiono contraddittori rispetto a un modello che si basa sulla responsabilizzazione diffusa dei cittadini e delle cittadine, e sulla valorizzazione della socialità a ogni livello.

Dal dibattito, anche pubblico, che si è tenuto nelle scorse settimane esce rinforzata la sfida per il futuro: socialità, partecipazione, responsabilizzazione sono le parole su cui si basa la serenità del quartiere di Fonti San Lorenzo. E auspicabilmente, non solo a Fonti.

Centro Culturale Fonti San Lorenzo

Comune di Recanati