Memorabilia

Memorabilia nasce nel settembre 2008 con la volontà di ricordare l’amico musicista Oliviero De Quintajé, personaggio istrionico, artista unico nel modo di fare ed interpretare la musica, un mix originalissimo di folk e tradizione popolare, punk, rock ed elettronica.

La prima edizione, organizzata in collaborazione con i Polyetnik Muzak, storico gruppo di Oliviero, è stata un successo. Non solo di pubblico. Non solo dei tanti presenti a ricordare Oliviero. E’ stato un successo della musica! Così un gruppo aperto di persone ci ha preso gusto e nel 2018 abbiamo raggiunto la decima memorabile edizione.
Negli anni si è andati ben oltre il ricordo di Oliviero, Memorabilia è diventato un palco importante per band emergenti ed artisti indipendenti, con frequentazioni non occasionali di musici di fama. Memorabilia è anche workshop, mostre fotografiche, performing art e arteinstrada, cibo, birra, spasso nel verde di Fonti San Lorenzo.
Memorabilia vive grazie a tanti volontari, anche occasionali. Nel 2018 abbiamo contato oltre 50.

80
artisti
120
ore di musica
15
workshop
3000
ore di volontariato

 

 

Tutti gli artisti

Paolo Bragaglia | Mines | Der Feuerkreiner | La Macina | Big Mama | Miss Rayon | Lonely boys | Giovanni Seneca | Busqueda | Concerto Musicale Ambaradan | Polyetnik Muzak | Elisa Ridolfi | Chopas & The doctor | Paolo Galassi | Francesco Savoretti | Gionni di Clemente trio | Ettore Bonafè | Massimo “Ice” Ghiacci (Modena City Ramblers) | Ned Ludd | Têtes de Bois | Francesco di Gregorio | Francesco di Giacomo (Banco del Mutuo Soccorso) e Paolo Sentinelli | Leggera | Marco Sonaglia | Rossopiceno | Joël Vaillant | Le-li | Porto Flamingo | Pestafango | The Brock Landers | Joe Delirio | Giallo Prevalente | NUJU | Magnolia Caboose Baby Shit | Rocking over the wall | Rainbow’s Riders | Bend | Disastri Emotivi | Vincent Vangau | The Clothes  | Pop & Popular | Gianmarco Fraska | Murders | Workless Academy | Random | La Resistenza  | Elpris | Sidewall  | Silvano Staffolani | CaPaBrò | Michele Lelli | Lucio Matricardi | Dogmi | Musica per Bambini | Little Pieces of | Marmelade | I Dischi di Anita | 7 Faces Dice | Insight | Farey | Mho | GIORGIO CANALI & ROSSOFUOCO| Matteo Polonara & Mataara trio | Hapnea | Aimed |  FAST ANIMALS AND SLOW KIDS | Claudia is on the sofa | Pulsatilla | The Groots | Barrakuda MC | CLAVER GOLD+TMHH | Yosh Whale | Cartabianca | I Brema | Smitch in blu ray | Ego 3 | Lightpole | Atlante  | I Cieli di Turner |  Pinguini Tattici Nucleari | Sick Tamburo | 

- Tutti gli artisti

 

Edizione numero DIECI di Memorabilia! Tanta qualità sul palco a partire da uno dei cinque concerti dell’estate marchigiana da non perdere. Così la stampa ha definito il concerto recanatese dei Pinguini Tattici Nucleari, indie rock da Bergamo di impronta demenziale – “Gioventù brucata” è il titolo del loro ultimo album – mix originale di influenze e generi. Alla musicalità delle loro canzoni, sanno abbinare testi mai frivoli veicolati da tanta ironia. Sullo stesso palco, nella sera di venerdì 6 luglio, si sono esibiti gli Yosh Whale, vincitori dell’ultimo premio musicale “Sotto il Cielo di Fred” con il quale Memorabilia ha stretto un accordo di partenariato, ed i primi tre dei sette più uno vincitori di “Live on stage”Cartabianca, I Brema, Smitch in blu ray.

Sabato 7 luglio la line-up ha visto sul palco gli altri 4 vincitori del contest: Ego 3, Lightpole, Atlante I Cieli di Turner.  Headliner della seconda giornata, a chiudere la decima edizione del festival nato per ricordare il cantautore Oliviero De Quintajè, gli attesissimi Sick Tamburo, ex Prozac+, che hanno chiuso il festival con una esibizione coinvolgente, degna di mattatori del rock quali sono i leader Gianmaria Accusani ed Elisabetta Imelio.

La decima edizione di Memorabilia è stata caratterizzata da numerose partnership che hanno arricchitola festa animando gli oltre 5000 metri del parco di Fonti San Lorenzo. Frutto della collaborazione con il Recanati Art Festival dell’associazione Whats Art, gli spettacoli di strada di Stefano Roganti con il suo laboratorio artistico di inglese, Hisako Mori con lo spettacolo di live painting e  Eleonora Coppari con lo spettacolo di danza e fuoco. Fantawood, artigiano del legno, ha invece animato il laboratorio per bambini di costruzione di giochi in legno.

previous arrow
next arrow
PlayPause
Slider

Campagna di crowdfunding

Campagna di crowdfunding su ULULE

Come ormai da tradizione, ben dieci band tra i protagonisti del panorama musicale outsider italiano del momento, si sono date appuntamento sul palco della rassegna, in omaggio al cantautore Oliviero De Quintajé.

Sabato 29 luglio l’apertura della festa è stata affidata a Matteo Polonara & Mataara Trio, a seguire gli altri tre gruppi usciti vincitori dalle selezioni del contest Live on Stage: Workless Academy, Hapnea e Aimed. A infiammare il pubblico gli headliner Fast Animals and Slow Kids, unica data marchigiana dell’estate 2017 della band umbra. Domenica 30 luglio una line-up che ha visto alternarsi sul far della sera Claudia is on the sofa, Pulsatilla, The Groots, Barrakuda Mc, gruppi anche questi selezionati dai giurati di Live on Stage.
Emozione per il gran finale con Claver Gold e TMHH, fenomeni del Rap made in Marche che hanno chiuso, all’insegna di rime e beat, la due giorni di musica live e divertimento ed entrare così negli annali del Festival.
Nel club delle cose memorabili anche numerosi artisti di strada che fra teatro, giochi per bambini, giocoleria, letture e musica.  Quest’anno, a sostegno del Festival anche la campagna crowdfunding 2017, il progetto di raccolta fondi attivato dal Centro Fonti San Lorenzo e concluso con successo, per contribuire a trasformare la manifestazione in una realtà tra le più importanti della Regione.

previous arrow
next arrow
PlayPause
Slider

Campagna di crowdfunding

Campagna di crowdfunding su ULULE

Tutte le foto sono di Marco Buschi. Vedi la gallery di Memorabilia 2017

Ospite principale dell’ottava edizione di Memorabilia Giorgio Canali, ex chitarrista dei CCCP, CSI e PGR, sul palco con la formazione Rossofuoco. Sullo stesso palco per la prima delle due serata i Dogmi. Il programma prevedeva l’esibizione anche dei Little Pieces of Marmalade e Workless Academy che a causa della pioggia non hanno potuto esibirsi.

La seconda serata ha visto lo show de I dischi di Anita, 7 Faces Dice, Insight, Farey, Mho. A chiudere i CaPaBrò.

Tutti i gruppi che hanno condiviso il palco con Giorgio Canali e soci sono stati scelti tra i tanti candidati al bando “Live on Stage”

L’ottava edizione è stata caratterizzata anche da 4 workshops di livello: percussioni etniche e guida al videoclip, registrazione in studio e improvvisazione con chitarra.

Attorno al main stage artisti e musici di strada, animatori per bambini e improvvisatori volontari, letture e teatranti, la cucina sempre aperta per cena e dopocena a colmare tutti gli spazi verdi di Fonti San Lorenzo.

previous arrow
next arrow
PlayPause
Slider

Vedi la gallery di Memorabilia 2016

Tutte le foto sono di Marco Buschi. Vedi la gallery di Memorabilia 2016

 

 

Per la settima edizione Memorabilia si rinnova e prende il nome di “Festa della musica artigiana e indipendente”. Oliviero apprezzerebbe!

12 ore di musica live per 10 concerti fuori dai soliti circuiti ufficiali, tra gruppi emergenti ed headliner, garage band e formazioni outsider. A dividersi il palco dove hanno suonato in passato Francesco di Giacomo del Banco del Mutuo Soccorso, Têtes de Bois, Gang e molti altri, sono stati: venerdì 4 Murders (metal), Workless Academy (punk), Random (punk rock ‘n’ roll), La Resistenza (punk rock), headliner Elpris (poppepunk). Sabato 5  settembre Sidewall (rock), Silvano Staffolani (cantautorato), dj set con Joe Delirio, CaPaBrò (cantautorock), Dogmi (proto punk blues rock). Headliner Musica per Bambini (electro rock).

Full immersion nel self-made musicale non poteva mancare uno spazio dedicato all’artigianato delle 7 note con incontri-laboratori di autoproduzione musicale con Vanni Fabbri, batteria con Michele Lelli, ascolto consapevole e partecipato della performance dal vivo con Lucio Matricardi, liuteria di base con Avellino Tanoni, tecnica del suono con Simone Bravi e Lorenzo Chiusaroli, e approfondimenti storico-musicologici con Mauro Mangialardi; per tutta la durata della festa stand gastronomici e servizio bar.
Da sempre incline ad accogliere giovani voci e band indipendenti, la nuova Memorabilia è ancora più un palco per conoscersi e farsi conoscere, un momento di ritrovo e confronto per unire appassionati e professionisti della musica, uno spazio da condividere insieme per crescere e rinnovarsi.

previous arrow
next arrow
PlayPause
Slider

Vedi la gallery di Memorabilia 2015

Tutte le foto sono di Marco Buschi. Vedi la gallery di Memorabilia 2015

 

 

Anno 2013: Memorabilia giunge alla sesta edizione e come tutte le cose che crescono, anch’essa assume forme e caratteristiche identitarie sempre più forti. In particolare, da un anno a questa parte, il nome dell’amico e musicista scomparso Oliviero De Quintajè ha trovato posto nella targa di ingresso alla Sala Prove del Centro Culturale Fonti San Lorenzo.
Da un anno a questa parte la Sala Prove De Quintajè è frequentata da decine di giovani (di tutte le età) che, in gruppo, hanno deciso di fare musica.
Si è finalmente realizzato.
Il piccolo sogno lanciato alla prima edizione di Memorabilia di dedicare ad Oliviero una sala prove si è finalmente realizzato, ed oggi assume un significato sempre meno simbolico.

E’ per tutto ciò che Memorabilia quest’anno, al valore del ricordo di Oliviero De Quintajè, vuole aggiungere un supporto concreto ai giovani musicisti ed offrire un palco dal quale esibirsi.
La line up musicale delle due giornate ha visto sul palco ben otto gruppi, dai giovanissimi Rocking over the wall, Rainbow’s Riders, Bend e Disastri Emotivi, ai ben più navigati Vincent Vangau, The Clothes ed il progetto Pop & Popular di Adriano Taborro, con Riccardo Andrenacci e Andrea Del Signore, a chiudere la serata di sabato. Domenica  22 è stata la volta di Gianmarco Fraska e la sua Fly Band, un tocco cantautorale e melodico per unire tutti i tipi di pubblico.

 

previous arrow
next arrow
PlayPause
Slider

Vedi la gallery di Memorabilia 2013

Tutte le foto sono di Marco Buschi. Vedi la gallery di Memorabilia 2013

 

Settembre 2012. Dopo un anno di chiusura della sede del Centro Fonti San Lorenzo per ristrutturazione, si riparte da Memorabilia!

L’edizione è segnata da un “finalmente!” Finalmente i Polyetnik Muzak, anche grazie al sostegno del nostro festival, hanno completato il lavoro di masterizzazione di “Masnada“, opera compiuta di Oliviero ma mai pubblicata. Finalmente superati i tanti problemi di produzione, i Polyetnik chiudono un ciclo, arrivano al festival con il CD, e a Memorabilia 2012 salgono sul palco per l’ultima storica esibizione in pubblico.

Questa storica edizione ha visto la partecipazione anche di Giallo Prevalente, i Nuju e i Magnolia Caboose Baby Shit. 

 

previous arrow
next arrow
PlayPause
Slider

Vedi la gallery di Memorabilia 2012

Tutte le foto sono di Marco Buschi. Vedi la gallery di Memorabilia 2012

Nonostante i lavori di ristrutturazione della sede,  sabato 17 settembre al parco del Centro Culturale Fonti San Lorenzo è andata in scena la quarta edizione di  “Memorabilia”.

Sul palco numerosi musicisti, oltre agli immancabili amici di Oliviero. Joël Vaillant, cantautore francese ascoltato ed apprezzato dallo stesso Oliviero, ha aperto la kermesse presentando il progetto musicale “Les champs sont pour tous”.

A seguire “Guardateci, guardateci – 1977”, il punk, le Marche e Oliviero” raccontati dalle parole e dalla musica dei suoi amici storici.
A seguire i Polietnik Muzak, in un’inconsueta versione acustica, ha presentato l’ultimo “delirante”progetto del cantautore, per questa quarta edizione di Memorabilia,

Per chiudere la giornata all’insegna della buona musica, sul palco si sono alternate le note dei Le-li direttamente da Bologna, dei toscani Porto Flamingo, dei Pestafango da Ferrara, e dei locali The Brock Landers.

previous arrow
next arrow
PlayPause
Slider

Vedi la gallery di Memorabilia 2011

Tutte le foto sono di Marco Buschi. Vedi la gallery di Memorabilia 2011

Sabato 18 Settembre 2010: “Memorabilia”, parole e concerti in ricordo di Oliviero De Quintajè. L’evento nasce tre anni prima dalla volontà di ricordare l’amico e la personalità istrionica dell’artista, ma soprattutto dalla voglia di diffondere un modo unico di fare ed interpretare la musica, un mix originalissimo di folk e tradizione popolare, punk, rock ed elettronica.

Dopo il grande successo di pubblico del 2009, Memorabilia si presenta quest’anno con una kermesse di primo livello, ricco di ospiti anche di fama nazionale. 

Sul palco il mitico Francesco di Giacomo del Banco del Mutuo Soccorso e Paolo Sentinelli, Têtes de Bois, Francesco di Gregorio, Leggera, Marco Sonaglia, Rossopiceno, Chopas e Paolo F. Bragaglia con “Tracks with a friend”, concerto dedicato a De Quintajè. Naturalmente Polyetnik Muzak, gruppo dello stesso Oliviero, a conclusione di una giornata all’insegna della grande musica.

previous arrow
next arrow
PlayPause
Slider

Vedi la gallery di Memorabilia 2010

Tutte le foto sono di Marco Buschi. Vedi la gallery di Memorabilia 2010

Parole e Concerti, ma anche laboratori per questa scintillante seconda edizione di Memorabilia. Canto, percussioni e strumenti a corda. Elisa Ridolfi

2/3 Tex

previous arrow
next arrow
PlayPause
Slider

Vedi la gallery di Memorabilia 2009

Tutte le foto sono di Marco Buschi. Vedi la gallery di Memorabilia 2009

Settembre inoltrato, rischio pioggia (sarà poi così per quasi tutte le edizioni seguenti di Memorabilia), un anno esatto dall’addio all’amico Oliviero De Quintajé, quel fenomenale musico cantante della marca tosta che non aveva confini. Un palco arrangiato con copertura stile campeggio. Tantissimi amici e musicisti che avevano detto subito sì e in poche settimane erano riusciti a preparare qualcosa di interessante da dire e suonare. Sul palco salgono storici compagni di avventura musicali come Paolo F. Bragaglia e Lonely Boys ed amici come Mines, Der Feuerkreiner, Taka, La Macina, Big Mama, Miss Rayon, Giovanni Seneca, Busqueda e Concerto Musicale Ambaradan.
A chiudere la serata, per la prima volta sul palco senza Oliviero ma per Oliviero, i suoi Polyetnik Muzak.

Per l’occasione è stata anche allestita una mostra fotografica e un’area proiezione video.
Si è anche fatta viva una troupe della RAI.
Inutile dire che ci siamo commossi e voluti bene, tra cori bercianti e canzonette alla Viva Iddio, proprio come sarebbe piaciuto ad Oliviero. Dal canto suo, lui, è stato sentito gridare A SERPA!! 

previous arrow
next arrow
PlayPause
Slider

Vedi la gallery di Memorabilia 2008

Tutte le foto sono di Marco Buschi. Vedi la gallery di Memorabilia 2008